• Viaggi
  • Italia
  • Cosa fare a Montecatini Terme in un weekend

Cosa fare a Montecatini Terme in un weekend

La Valdinievole è una regione dell’incantevole Toscana, che abbraccia undici comuni della provinvia sud-ovest di Pistoia.

E’ un insieme di piccoli borghi affascinanti (risalenti già all’anno 1000 d.C., se non addirittura prima) arroccati sulle alture. Caratterizzato da dolci colline verdi e rilievi montuosi appena accennati, è un territorio incantato ricco di storia.

Una delle cittadine più gettonate e visitate della Valdinievole è Montecatini Terme che, assieme a Montecatini Alto, dà vita ad un’ambita meta turistica alla cui visita è difficile sottrarsi una volta arrivati in Toscana!

Perchè andare a Montecatini Terme

La storia inizia molto prima dell’anno 1000 d.C., quando l’attuale Montecatini Alto già contava numerose torri e case-torri. Oggi è il centro storico medievale della città, all’epoca un castello romanico a 299 metri sul livello del mare, che dominava una zona di pianura paludosa alla quale però poca importanza veniva data, anche se nota sin dall’epoca degli Etruschi per le proprietà curative delle sue acque. Chiusa tra possenti mura e torri difensive, tutta impegnata fino al XIV secolo, grazie alla sua posizione, ad assumere sempre più importanza strategica e militare. Nel XVI secolo, a causa dell’acquitrino insalubre nella pianura sottostante, si iniziò a provvedere alla costruzione di vasche nelle quali l’acqua benefica che sgorgava dai colli potesse essere contenuta. Contemporaneamente alla caduta della piccola potenza dell’Alto borgo, si ebbe l’ascesa della pianura sottostante quando finalmente le acque balsamiche fino ad allora ignorate, iniziarono ad essere considerate tali al punto che si cominciò a costruire veri e propri stabilimenti per celebrarne le proprietà benefiche. Anno dopo anno i Bagni di Montecatini diventarono un vero e proprio borgo commerciale, conosciuto a livello internazionale, tanto che poi Castello divenne una sua frazione.

A dirsi sembrerebbero due borghi diversi, lontani secoli; invece sono due anime di una stessa città, due essenze amalgamate eccellentemente, collegate tra loro dalla deliziosa funicolare risalente al1898, la più antica al mondo, che sottolinea ancor più il legame secolare tra passato e futuro.

Immensi spazi verdi fanno da cornice ai numerosi ed eleganti edifici liberty, torri medievali e monumenti storici arricchiscono il piano urbanistico, alberghi dagli stili ricercati sovrastano piazze luminose e moderne, viuzze strette e piazze lastricate nella notte dei tempi Le danno quel tocco di città navigata assieme alle silenziose chiese romaniche, locali notturni e ristoranti alla moda completano il quadro della città aperta e sempre pronta ad ospitare orde di turisti di tutte le età.

Tra il fascino, la cultura e, soprattutto, le acque termali, la città di Montecatini Terme/Montecatini Alto riesce a distinguersi tra tutte le maggiori città della Toscana, attirando, in ogni periodo dell’anno, migliaia di viaggiatori erranti alla ricerca di una vacanza ristoratrice.

Cosa fare a Montecatini Terme in un weekend

Personalmente l’ho adorata e ora Vi elenco 6 cose da fare e vedere assolutamente a Montecatini, piccola cittadina divisa (solo geograficamente) in due.

1. Appena arrivati, penso che la prima cosa da fare sia entrare in confidenza con la città di Montecatini: girate in centro e per le sue vie, gli ampi spazi luminosi di vicoli e piazze (P.zza del Popolo, Via Lucchese, Via Verdi) Vi daranno una sensazione di libertà. Accompagnate il tutto con un po’ di shopping per iniziare a scioglierVi, tra i bei negozi alla moda e le caratteristiche botteghe artigiane in Corso Matteotti, e perché no, anche nelle vie del mercatino, in Via Grocco e Via della Salute. Troverete sorrisi gentili tra tante sfiziose cosine da portarVi a casa!

2. Continuando il giro tra un negozio e un altro, non potrete fare a meno di notare gocce d’arte disseminate qui e là: grandi eleganti alberghi dalle facciate classicheggianti, raffinate abitazioni, statue che raccontano la storia, porticati dalle colonne importanti la sottolineano. Il Palazzo Comunale, la Palazzina Regia e il Teatro Verdi sono esempi che la storia da qui è passata ed è rimasta nel cuore, anche in una città votata soprattutto alle cure termali.

3. Dopo aver passeggiato in lungo e in largo è ora di scegliere in quale dei tanti stabilimenti termali andare! La scelta à ampia, ce n’è per tutti i gusti! Innanzitutto dirigeteVi verso il Parco delle Terme, un immenso polmone verde dentro la città, curatissimo e perfetto per passeggiate, far jogging e andare in bicicletta. La Vostra mente si ristorerà solo alla vista dei viali alberati, freschi e verdissimi! Il parco fa da sontuosa cornice agli stabilimenti del Tettuccio (il più antico, la cui sorgente è simbolo di Montecatini), delle Terme Leopoldine risalenti al settecento, dell’Excelsior vecchio casinò ora celebre centro termale, de Le Tamerici, de La Regina, de La Torretta. Tutti dagli stili retrò,esternamente sembrano come disabitati, ma una volta entrati ne resterete affascinati!

4. Per condire e finire la giornata con un po’ di glamour (e se ce la fate a lasciare la piscina con idromassaggio!), per cena consiglio uno dei tanti ristorantini di tendenza in centro città (il Don Chischiotte in P.zza del Popolo è da provare) nei quali assaggiare le squisite tagliatelle ai funghi porcini, piatto tipico di tutta la Toscana; un digestivo veloce in pub e, per smaltire la fiacca dovuta ai vapori balsamici delle acque termali, una capatina in una delle discoteche più trendy: Lidò Le Panteraie, un locale immerso nel verde con una bella vista panoramica sulla città, dall’atmosfera magica e di grande impatto per tutti e 5 i sensi!

5. Dopo una serata così, la sveglia presta è bandita, lo so! Però c’è da fare, quindi tutti in piedi e per svegliarsi si va al kartodromo MYKART! E’ il primo kartodromo indoor con kart elettrici senza emissioni allo scarico; la pista a serpentina è lunga 400 metri e per gli appassionati di velocità sarà un’esperienza molto più gradevole senza esalazioni di odori e vapori. Divertimento assicurato anche per le ragazze!

6. Svegliati di soprassalto dalla velocità supersonica dei kart, è ora di fare i seri turisti acculturati e godersi la meraviglia che offre Montecatini Alto. Ovviamente usiamo le (molto) vintage Gigio e Gigia, le carrozze della funicolare di fine ‘800, rosse con interni in legno secolare, che partono ogni mezzora. In 10 minuti, per una distanza di 1.050 metri, superando un dislivello di 202 metri che nel tratto finale più ripido, arriva ad una pendenza del 38,50%, si arriva nella vecchia Castello. Il panorama che ci attende lascia senza parole…la vista su tutta la vallata è spettacolare! Il centro storico della Montecatini Terme è davvero una poesia per lo spirito, come un forziere pieno d’oro. Il Teatro dei Risorti, la Chiesa di San Pietro, la Rocca, la Torre di Ugolino, il Palazzo di Giustizia, la Chiesa del Carmine e la Torre dell’Orologio, le Chiese di Sant’Agostino e Santa Maria a Ripa, ci narrano la storia di un piccolo borgo che ha combattuto per poter restare in piedi fino ai giorni nostri, e lo fa con umiltà. La passeggiata finisce (dove è iniziata) nella graziosa Piazza Giusti, colorata e caratteristica, più volte assomigliata a quella di Capri. Adornata di graziose botteghe, appetitosi ristorantini e locali carini per un “leggero” break. A proposito, non perdetevi l’assaggio della Zonzella (semplice pasta di pane fritta accompagnata dagli ottimi salumi toscani o da ciò che più preferite)!

Come dire… avrete capito che Montecatini è ben altro rispetto a quello che pensavate: è sì, la capitale italiana della cura naturale per il corpo e per la mente ma è anche un meraviglioso centro storico d’arte secolare e, contemporaneamente, una cittadina moderna per tutti i gusti e per tutte le età!

ozio_gallery_nano

Tags: toscanaontheroad, Toscana, cosafareintoscana

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
0
0
s2smodern