• Viaggi
  • Con mio figlio
  • Dieci consigli utili per il viaggio a Disneyland Paris con i bambini

Dieci consigli utili per il viaggio a Disneyland Paris con i bambini

A 5 anni andai per un giorno a Disneyland Paris (ad un anno dalla sua apertura). Per i successivi 20 non me lo scordai più!

Poi d’un tratto mi venne voglia di tornare, per far vedere al mio bambino la meraviglia delle favole trasformata in realtà. Ma posso dirVi, senza nemmeno uno straccio di vergogna, che forse era solo una scusa, perchè la bambina che attendeva con ansia di rivedere quel mondo fatato…ero io!

Questa volta non Vi racconto solo il mio viaggio, ma Vi do qualche consiglio, un paio di dritte e più di un motivo per visitare uno dei più bei parchi divertimento al mondo!

1 ) Scegliere di trascorrere una vacanza a Disneyland Paris è il sogno di tutti i bambini, si pensa un pò meno per gli adulti. Invece Vi assicuro (anche senza statistiche alla mano) che gli adulti si divertono tanto quanto i bambini. E Vi dirò di più! La coscienza di un adulto, il suo mondo fatto di doveri, responsabilità e serietà, fanno sì che l’esperienza a Disneyland sia stupendamente liberatoria, tornare bambini anche solo per 48 ore non è poi così immorale! Il consiglio (stra-copiato dal Sig. Disney) è che se puoi sognarlo, puoi farlo!

2 ) Una volta decisa la meta (California, Florida, Giappone, Cina o, più semplicemente, Francia), occorre capire che se vogliamo godere al massimo dell’esperienza Disney, bisogna necessariamente pernottare all’interno del complesso. Una volta sfatate le leggende metropolitane che vogliono gli hotel dentro il parco cari come il sangue, possiamo procedere con l’organizzazione del nostro viaggio. Ben 7 sono gli hotel e ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche. Il consiglio per chi, come me, viaggia in low-cost, è di scegliere un pacchetto almeno un paio di mesi prima o, per lo meno, tenere d’occhio le offerte sul sito http://www.disneylandparis.it/. All’interno dell’hotel troverete persone gentili e cordiali che capiscono e parlano italiano, in caso non foste ferrati con l’inglese o con il francese e troverete una colazione golosa e abbondante (con orario da prenotare la sera prima).

3 ) Una volta scelto l’hotel (io optai per il Disney’s Hotel Cheyenne in clima cowboy/indiano), fatti i biglietti (che con il pacchetto pernottamento avrete notato che costano meno), Vi consiglio calorosamente di prenotare anche la simpatica navetta rossa, ilMagicalShuttle, che Vi porterà dall’aeroporto ( Charles De Gaulle, Beauvais-Tille, Orly) al parco e viceversa in modo da non dover impazzire con taxi, bus e coincidenze varie.

4 ) Tutto è pronto per partire. Il consiglio per le mamme è di mettere in valigia una piccola borsettina a tracolla, giusto il tanto di mettere portafoglio e smart-phone, in modo da essere libere tra un gioco e l’altro. Grandi volumi infatti, oltre ad essere scomodi, non sono tollerati dentro il parco (n.b. il metal-detector all’ingresso del parco è obbligatorio!). Altro consiglio da mettere in valigia: vestirsi a cipolla. Molti giochi sono al chiuso, quindi nell’attesa spogliateVi perchè fa moooolto caldo, così come nei ristoranti e nei negozi. Per scaramanzia infilate in valigia anche un impermeabile usa e getta, sarete nel Nord della Francia!

5 ) A proposito dell’attesa ai giochi. Armatevi di pazienza perchè siamo aDisneyland e ci sono migliaia di persone, a volte le file sono corte, a volte lunghe, a volte infinite. Però ne vale la pena ogni volta!!! Guardate il lato positivo: potrete ammirare tutto ciò che Vi circonda con calma, fare piccole riunioni di famiglia; quando i giochi sono in strutture chiuse, lungo il corridoio d’attesa, alle pareti ci sono tantissime cose interessanti da vedere e da leggere, e si fa amicizia con sconosciuti che, come Voi, hanno quella luce di bambino che gli illumina lo sguardo; di certo non ci si annoia! Prima di alcuni giochi comunque si trova una macchina che rilascia un biglietto FastPass sul quale è appuntato l’orario di entrata al gioco, calcolato sulla fila e sulla durata media, quindi nel frattempo potete tranquillamente salire su qualche altro gioco.

6 ) Il pernottamento negli hotel del parco Vi da la possibilità di poter entrare alle 9.00 del mattino, anzichè attendere la ressa delle 10.00 di chi arriva da fuori. Appena varcherete il cancello verde del Disneyland Park (e alla Vostra sinistra troverete l’altra metà del parco, il Walt Disney Studios Park) sarete catapultati in un altro mondo. Tutto, e dico tutto, è come nelle favole viste e riviste da bambini in VHS. La realtà qui lascia lo spazio alla fantasia. Vi racconterei zona per zona, ma Vi rovinerei la sorpresa! Come il “tutto” è come nelle fiabe, così tutti sembrano usciti fuori dai cartoni animati. Persino l’autista di Main Street sembra provenire da un mondo fatato! Il migliore consiglio che posso darVi è quello di vivere la magia, con tutta l’anima. Stupitevi, innamoratevi, sorridete e siate leggeri.

7 ) La stessa sorpresa vi accompagnerà anche nell’altra metà del parco, ilWalt Disney Studios Park, meno fiabesco ma dai giochi ancor più stupefacenti. Toccherete velocità supersoniche, vi sentirete lo stomaco sbalzato fuori, rimarrete a testa in giù, e il tutto in mezzo a scenografie pazzesche! Il consiglio: non saltate nemmeno un gioco, non abbiate paura ma abbiate il coraggio di andare contro corrente, cosa preclusa, nella realtà, alla maggior parte di noi (grandi!).

8 ) Quando si dice bambini, si dice “mamma ho fame!” ogni 3×2! Non temete, siete nel posto giusto per ogni momento sbagliato! Entrambi i parchi sono fornitissimi di ristorantini per ogni tema, e il menù è sempre (e dico sempre!) a prova di bambino (e anche il low-cost ringrazia!)! Oltre ai ristoranti, sparsi qua e là troverete i carretti dei pop-corn (mi raccomando assaggiate quelli dolci, sono la fine del mondo!) e simpatici camioncini di baguette per tutti i gusti. Ma se questo non fosse abbastanza (consigliatissimo per la cena!) potete recarvi al Disney Village, appena usciti dal cancello verde del parco. Qui troverete negozi, ristoranti, tavole calde, fast-food che spesso comprendono musica e live-show. Le vostre tasche, Vi dico la verità, si svuoteranno velocemente ma potrete sempre ripiegare sul Mc Donald’s!

9 ) Stanchi come non mai, tra le luci colorate della notte, vorrete rientrare in hotel. Nessun problema: tutti gli hotel hanno la propria navetta (un colorato tram) che passa ogni 15 minuti, sia davanti all’hotel sia alla fermata del parco (dove tra l’altro arriva anche il TGV!). Quindi non disperate, qui è davvero tutto organizzato eccellentemente!

10 ) Ultimo ma non ultimo consiglio (che se me l’avessero detto a me avrei ringraziato in greco!) è quello di informarVi (per tempo) sull’orario delle magiche parate con tutti i personaggi Disney con le loro divertenti coreografie all’interno del parco. E’ il momento più bello in assoluto, quando i loro sorrisi incrociano i vostri occhi d ‘enfant sognante…ed è davvero come tornare bambini!

*** Non mi resta che augurare a tutti .. Buon Viaggio (nel tempo!) ***

ozio_gallery_nano

Tags: Parchi divertimento

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
0
0
s2smodern