• Viaggi
  • Europa
  • ALGARVE & LAGOS - come, dove, quando e perchè.

ALGARVE & LAGOS - come, dove, quando e perchè.

Abbiamo pronunciato Algarve e ci hanno sommerso di domande... in che periodo andare? cosa non perdere? dove è meglio alloggiare? in auto o in treno? Bene, ora vi diremo tutto quello che volete sapere, o meglio ve lo raccontiamo attraverso la nostra esperienza conclusa da poche settimane.

Più o meno un anno fa, vediamo una foto su Instagram che ci colpisce: uno scorcio di una costa frastagliata strabordante di verde, con l’acqua turchese, altissime falesie gialle a picco e faraglioni dispersi che fuoriescono dal mare, con l’orizzonte che punta all’infinito. Una scenografia di quelle che restano impresse e che, dal quinto secondo, diventano ossessione. 

Apriamo su Google Maps la posizione: è in Portogallo, nella regione dell’Algarve, quella più a sud, bagnata dall’Oceano Atlantico dove le correnti del Golfo di Gibilterra regalano però acque non così fredde. E' la meta turistica estiva più frequentata d’Europa, ha un clima mite che conta circa 300 giorni di sole all'anno ed è un concentrato di luminosità con i suoi paeselli bianchi e le sue ceramiche celesti e gialle. 

come arrivare facilmente da Lisbona in Algarve

Non ci pensiamo su molto e prenotiamo un volo per Lisbona (eh! cosa fai? Vai in Portogallo e non passi per la capitale?) e da lì una macchina a noleggio (con EuropCar). I treni è vero ci sono ma ci impiegano una vita ad arrivare (Lisbona dista dal sud 300 km) e gli orari non sono dei migliori per chi ha i giorni contati (qui le info sui treni)

Una volta inserito l'indirizzo nel navigatore, arrivare a sud da Lisbona è un gioco da ragazzi. Due ore e mezza, un'autostrada senza mezza curva (40 euro di pedaggio A/R) e un paesaggio che tanto ci ricorda la nostra Sardegna. Attraversiamo le pianure sterminate dell'Alentejo, la regione meno conosciuta e, dicono, più autentica del Paese, fino a che, i diciotto gradi di inizio gennaio segnati dalla macchina e un grande cartello ci comunicano che siamo finalmente arrivati nella regione tanto sognata, l'Algarve.

Da Lisbona a Lagos on the roadDa Lisbona a Lagos on the road
il posto migliore per soggiornare in algarve

Vedo scorrere veloci i nomi delle città più celebri tra i cartelli blu e le bianche scritte sull'asfalto, noi seguiamo per Lagos, rinomata località turistica, dove abbiamo prenotato un grande appartamento al settimo piano di un residence con vista sull'Oceano, pagato una cifra irrisoria perchè prenotato con largo anticipo (qui le info sull'alloggio).

Lagos (la s va letta come sc di sci) è completamente bianca e il suo centro storico è molto grazioso, richiama i piccoli paesini dell'Andalusia spagnola con le sue stradine strette e le casette tutte in fila attaccate l'una all'altra. Strapieno di ristorantini e negozietti, si affaccia su un porto spazioso e su una chilometrica spiaggia, raggiungibile a piedi, la Meia Praia. Lagos, cittadina di venticinquemila abitanti, offre strutture, negozi e locali aperti anche durante la stagione invernale, oltre ai collegamenti con i mezzi pubblici per le maggiori attrazioni turistiche sulla costa anche se, secondo noi, il miglior modo per girarla è in macchina, perchè ad ogni chilometro c'è un motivo per stupirsi, per fermare l'auto (leggi: inchiodare) e scendere a respirare bellezza.  

Lagos - centro storicoLagos - centro storico

Lagos per noi è stata un'ottima scelta soprattutto perchè abbiamo potuto visitare tranquillamente tutta la parte occidentale della costa portoghese (torneremo per la parte orientale molto presto!). Abbiamo percorso 40 chilometri incantevoli di natura incontaminata e di fascino selvaggio con il fiato continuamente mozzato.  

E poi perchè, proprio accanto a Lagos c'è quello scorcio di quella foto, vista un anno fa, che ha scatenato tutto questo.

in algarve quali posti visitare e perchè

Tra i posti imperdibili a Lagos e in tutta la regione dell'Algarve c'è Ponta da Piedade. Un insieme armonico di arenaria giallo-arancione modellato dall'Oceano e dai venti, scogliere a picco sul mare tra archi, faraglioni e piscine naturali, bagnate dall'acqua turchese che poche volte rimane calma. Uno dei luoghi più suggestivi che abbiamo mai visto e che ci fa perdere le parole per descriverlo.

Ricordiamo bene la sensazione provata mentre parcheggiavamo la macchina, mentre ci incamminavamo nel sentiero, frementi, impazienti, non riuscivamo a trattenerci, volevamo correre ma abbiamo optato per goderci il momento, con calma, in silenzio. E ancor meglio ricordiamo l'emozione unica e pazzesca nel vedere per la prima volta quello scorcio fotografico diventare realtà davanti ai nostri occhi. Abbiamo saltato, urlato di gioia, siam corsi su e giù per tutto il promontorio meridionale di Lagos. Saliti e riscesi dagli scalini devastando i muscoli delle gambe, arrampicati come se niente fosse sporgendoci più del dovuto per vedere, per guardare meglio, per riempirci l'anima di meraviglia, non solo gli occhi. Per ascoltare il suono dell'oceano e sentirne il profumo a pieni polmoni.

Ponta da PiedadeLagos - Ponta da Piedade

Bene, sono assolutamente certa che queste sensazioni accompagneranno anche voi per tutto il tempo che trascorrerete in Algarve. Proverete panico e stupore a Cabo Sao Vicente, quando vi si materializzerà davanti l'idea di essere al confine d'Europa, vi sentirete immensamente piccoli nella Praia de Beliche e correrete fino a perdere il fiato sotto le sue imponenti pareti color ocra, avrete le budella rovesciate nella Fortaleza de Sagres mentre i pescatori si sporgono tranquillamente dalle altissime falesie a picco su un mare rabbioso. L'emozione della scoperta vi terrà stretto il cuore nella Praia Dona Ana e, ancor di più, nella Praia do Camilo, due luoghi di immensa bellezza proprio dentro Lagos

Lagos - Praia Dona AnaLagos - Praia Dona Ana

Ci eravamo innamorati del Portogallo già davanti agli azulejos di Lisbona ma dopo aver visitato parte dell’Algarve ci sentiamo come rapiti e ora che riguardiamo le foto riusciamo a capire cosa intendono i portoghesi con la parola "saudade”, perché ci ritroviamo proprio in quello stato di malinconia, di nostalgia legata sia al ricordo di ciò che è appena passato sia alla speranza di una visita futura in questo straordinario Paese

*  *  *

Cliccate qui per vedere il video su You Tube che riassume in un due minuti i nostri 40 km ;)

*  *  *

 

ozio_gallery_nano

Tags: portogallo, algarve, cosafare

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.