• Viaggi
  • Italia
  • Toscana on the road - Alla scoperta del Mugello

Toscana on the road - Alla scoperta del Mugello

Gli on the road sono i viaggi che preferisco, soprattutto in Italia, terra che continua a sorprendermi ogni volta. Una delle regioni, oltre la mia Sardegna, che amo di più e nella quale torno spesso con macchina al seguito, è la Toscana che ormai posso dire di conoscere abbastanza.

A maggio sono riuscita a tornare e, per l'occasione, sono andata alla scoperta di una delle sub regioni che mi mancava ancora all'appello: il Mugello, celebre nel mondo per l'omonimo autodromo internazionale che ospita, fra gli eventi più importanti, il Gran Premio Motocicilistico d'Italia del Motomondiale

Comprende il territorio a nord-est di Firenze, una vallata di un verde intenso e brillante, attraversata dal fiume Sieve, maggiore affluente dell'Arno, interrotta solo da colline coperte da immensi boschi che un po' la fanno somigliare ai panorami montani da cartolina.

Dieci piccoli comuni puntellano il Mugello, borghi silenziosi e sconosciuti, da scoprire piano piano. 

ARTE, STORIA E CULTURA NEL MUGELLO

Nel paesino di Vespignano, immersa nella pace della campagna Toscana, si trova la casa, ricostruita e restaurata, dove nacque Giotto, ora trasformata in un laboratorio artistico per gli studenti. E il Ponte di Cimabue sul quale, secondo la leggenda, il maestro scoprì il suo talentuoso alunno mentre dipingeva in silenzio. Un luogo immerso nel silenzio che ispira.

Seguendo quasi le orme di quell'artista rinascimentale, si arriva nel borgo di Scarperia dove l'atmosfera che si respira è proprio quella del Medioevo di cui conserva intatto il ricordo nel Diotto, ossia i festeggiamenti, in pieno stile medievale, dell'ottavo giorno (diotto appunto) in cui venne fondato dalla Repubblica di Firenze nel 1306. Qui spazio e tempo sembrano non avere avuto aggiornamenti da secoli.

La storia dei Medici e l'arte si fondono nel verde del Mugello e arrivano così fino a noi le residenze Medicee, silenziose protagoniste dislocate in una parte di Toscana misteriosa e poco conosciuta, fra girasoli e vigneti. Come la Paggeria Medicea di Pratolino, ora Villa e Parco Demidoff, che sebbene non conservi quasi più nulla della più importante famiglia fiorentina del XXVI secolo, a causa di un terremoto e dei vari proprietari che si son susseguiti, rimane una testimonianza importante dello splendore dei Medici, in particolare nell'immenso giardino (prima all'italiana) dove passeggiare, chiudere gli occhi e immaginare l'antico fasto Mediceo

IL MUGELLO FRA NATURA E BUONA CUCINA

La natura è la protagonista assoluta nel Mugello dove si possono organizzare diverse escursioni a piedi, in bici o a cavallo fra campi di grano e di orzo, boschi e sentieri semplici. Oppure, per i più intrepidi, praticare sport sull'acqua al Lago di Bilancino nato venticinque anni fa, conseguentemente alla costruzione di una diga, dove poter rilassarsi, fare il bagno o cimentarsi nel birdwatching nell'Oasi WWF di Gabbianello. Come gran parte della Toscana, il Mugello è quel posto che si sceglie per una vacanza all'insegna della lentezza, della quiete, del contatto con la natura.

Nel Mugello poi ci si perde nei sapori che hanno reso la Toscana famosa nel mondo: funghi, tartufi, castagne e formaggi sono i protagonisti delle cucine bagnate dal fiume Sieve e protette dalle alte cime dell'Appennino. Senza dimenticare il vino. A questo è legata una delle manifestazioni più particolari della tradizione antica fiorentina: il carro matto. Dai vigneti del Mugello, l'ultimo sabato di settembre, un grande carro trainato da buoi di rosso ornati, trasporta in città centinaia di fiaschi di vino impagliati, ripercorrendo l'arrivo del vino dalle campagne al centro di Firenze al tempo della Repubblica Fiorentina, durante la quale venivano donate le prime bottiglie di vino ai governanti in un clima di festa che tuttora si può respirare durante questa giornata. 

SHOPPING NEL MUGELLO 

Toscanità, Medioevo, natura, Rinascimento, vino, buona cucina, relax, i Medici: questi gli ingredienti per un viaggio perfetto nel Mugello, ai quali aggiungere anche lo shopping. 

E' proprio qui che sorge il Barberino Designer Outlet, appartenente al gruppo inglese McArthurGlen, piccola ed elegante cittadella nel cuore della vallata del Mugello fra le colline di Barberino, attraversata da un fiume, dove la combinazione delle facciate degli edifici che ospitano le maggiori firme internazionali, dei ponti, delle aiuole curate, di una torre merlata e delle stradine ricordano un raffinato borgo rinascimentale.

Qui, in occasione della manifestazione Artigianato e Palazzo, sono stata ospite per una mezza giornata e, sebbene il mondo della moda sia da me lontano anni luce, ho trovato bellissimo il modo in cui le persone possono andar per negozi riempiendosi gli occhi della bellezza di storia e natura oltre che dei tessuti e delle super offerte che ammiccano dalle vetrine. Quasi uno shopping didattico fra i venticinquemila metri quadri coperti, più di cento punti vendita fra outlet mono e multi marca, ristoranti, caffè e una grande area giochi per i bambini.

Barberino Designer OutletBarberino Designer Outlet

Da Firenze dista circa trenta minuti e ci si arriva con la navetta dalla stazione di Santa Maria Novella o in macchina prendendo l'uscita Barberino dall'autotostrada A1. Dopo aver fatto il pieno di tutto ciò che offre il Mugello, una sosta qui non mi è dispiaciuta. Grazie proprio alla partnership con Artigianato e Palazzo, ho avuto l'opportunità di toccare con mano la realtà artigianale di alcuni dei più celebri brand presenti nell'outlet village, nel quale è possibile acquistare i capi delle marche più famose dal 30% al 70% in meno durante tutto l'anno.

Così, il mio on the road nel verde luminoso del Mugello, è terminato fra abili mani, negozi profumati, stoffe pregiate e un paio di buste, lo ammetto, sotto un sole caldo che faceva risaltare il colore dei fiori e dei disegni arzigogolati sulle pareti. Entrare al Barberino Designer Outlet è stato un viaggio dentro al viaggio, una piacevole pausa prima di salutare una regione che puntualmente mi lascia estasiata, qualsiasi sia la stagione, qualsiasi sia lo stato d'animo.

La Toscana, ogni volta un colpo al cuore.

*********

In collaborazione con Barberino Designer Outlet - McArthurGlen

Tags: toscanaontheroad, Toscana, cosafareintoscana

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.