Sardegna a colori: la Lavanda di Elvio

Fra il verde brillante delle risaie, il turchese delle acque che circondano la Penisola del Sinis e il prezioso color oro dei campi di grano, nel Campidano di Oristano c'è un altro bellissimo colore: il viola del piccolo campo di lavanda del Sig. Elvio Sulas, a due passi dal centro di Riola Sardo.

Qui il Sig. Elvio che a 68 anni sembra più un ragazzino, una volta andato in pensione, forte di tutta una vita in parte trascorsa in campagna, ha iniziato a coltivare la lavanda francese regalando ad un fazzoletto di Sardegna un inebriante profumo di Provenza che il maestrale sardo porta lontano.  

I batuffoli viola che donano spettacolari prospettive rare a questa nostra Terra, raggiungono la loro massima fioritura nei mesi più caldi e i primi giorni di luglio vengono raccolti, durante una 'mietitura' aperta a tutti e, soprattutto, molto social. 

Lavanda che servirà per creare olii essenziali, saponette e profuma-ambienti. E anche miele! Proprio affianco al piccolo campo, una serie di arnie ospitano lavoratrici instancabili che svolazzano fra i fiori viola gran parte dell'anno e che creano, inconsapevolmente, un prodotto delizioso e pregiato che coniuga le proprietà benefiche del miele a quelle della lavanda.

Sig. Elvio è stato felice di averci intorno nella domenica prima della grande raccolta e, mentre tagliava un mazzettino di lavanda per regalarcelo, ho percepito tutto l'amore che mette in ciò che fa e di quanto è capace a trasmetterlo al prossimo anche solo in un paio d'ore.

La Lavanda FranceseLa Lavanda Francese

Profumo di lavanda nell'aria, tra le mani e una goccia di olio essenziale sulla pelle, una domenica all'insegna della bellezza, della tranquillità e della storia che c'è sia dietro un così minuscolo fiore, sia dietro quel piccolo campo.

Alla lavanda sono riconosciute, fin dall'alba dei tempi, diverse proprietà terapeutiche: antidepressiva e riequilibratrice (è del colore del silenzio e della serenità, aiuta a rilassare corpo e mente), antinfiammatoria, cicatrizzante e antisettica (gli infusi aiutano a lavare le ferite, a cicatrizzare velocemente e gli olii alleviano il dolore, anche delle punture d'insetti), antireumatica e analgesica (aiuta ad alleviare dolori sia reumatici che muscolari), decongestionante, balsamica (il sistema respiratorio è in ottime mani con la lavanda) e, come se non fosse già abbastanza, i suoi olii essenziali son considerati anche ottimi rimedi cosmetici ('la lavanda ti fa bella' sarebbe il perfetto spot!).

Dietro quel campo c'è passione e perenne curiosità verso le piante officinali, c'è una sfida aperta con la Provenza, c'è una vita piena di creatività e di dedizione verso la memoria ed il passato.

Sig. Elvio è una persona poliedrica: scolpisce la pietra, date un'occhiata alla lastra posta all'ingresso del campo, dona nuove forme al legno, il piccolo cervo nella club-house ne è la prova, cura personalmente i bonsai, la produzione di zafferano, la piccola vigna che nasce affianco alla lavanda e ha dato vita ad un piccolo museo dentro Riola Sardo che ci ha portato a vedere, dopo essersi assicurato che noi tutti avessimo soddisfatto la voglia di fotografia che ci ha pazzamente preso davanti ad un campo di lavanda.

Quella che fu la casa padronale dello zio materno, ora è un meeting di ricordi, Sig. Elvio la chiama la Cantina perchè uno spazio è proprio riempito con legnose botti che contengono il prezioso nettare degli Dèi, di sua produzione. Nel resto delle stanze è custodita una collezione di piccoli e grandi utensili tipici della vita contadina e fotografie che quella vita l'hanno immortalata per sempre. Entrando nella Cantina si ripercorrono trecento anni di storia di Sardegna fra un vecchio telaio, antiche brocche d'acqua, campanacci, ceramiche e una miriadi di arnesi da lavoro.

Un mazzolino di lavandaUn mazzolino di lavanda

Io che non amo i mazzi di fiori ma vado matta per gli immensi e sconfinati campi colorati, sono rimasta estasiata dalla scenografia particolare che, da quasi dieci anni, contraddistingue questo pezzo di Sardegna, stupita dalle emozioni di bambina che un piccolo campo viola ha suscitato non solo in me ma in tutte le persone che lì arrivano curiose. E' come vivere temporaneamente dentro una fiaba, perchè quel profumo inebriante sembra calmare e rallegrare gli animi di chi varca quel cancello nero arzigogolato trasportandoli, per una manciata di ore, dentro un mondo incantato.

E' stata una piacevole e fragrante scoperta, da inserire nell'elenco delle cose da fare nel territorio di Oristano ;)

L'appuntamento è per giugno 2018, che aspettate a segnarlo nell'agenda?

* * * * *

Il magico campo del Sig. Elvio lo trovate percorrendo la Strada Provinciale 66 da Riola Sardo verso Su Cuccuru Mannu - trovate tutte le info sul suo sito web 
Per info Ph+39 345 3133101/+39 333 8515498 - Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

ozio_gallery_nano

Tags: oristano, cosedafareaoristano, lavandadielvio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
0
0
s2smodern