• Viaggi
  • Italia
  • Alla scoperta della Toscana - on the road

Alla scoperta della Toscana - on the road

Qualche tempo fa ho avuto la fortuna di visitare più volte la Toscana e già dalla prima me ne sono innamorata. Sì, della Toscana tutta, perchè per scoprirla ho scelto di girarla in macchina e così son riuscita a vedere, oltre una spettacolare Firenze che già da sola toglie il fiato, una regione meravigliosa da nord a sud, da est a ovest.

Un on the road in Toscana è il viaggio più consigliato per scoprire il suo territorio perchè solo in macchina potrai attraversare determinate zone, scoprire piccoli paesini, fermarti nel bel mezzo della campagna e scattare mezzo milione di foto felice come non mai.

E poi perchè gli on the road rimangono i miei viaggi preferiti. Come ti ho già raccontato nel post dedicato al come organizzare un viaggio in macchina, per me il road trip è libertà, divertimento, improvvisazione e magia.

ORGANIZZARE VIAGGIO ON THE ROAD IN TOSCANA

Con EasyTerra Autonoleggio diventa più facile organizzare il tutto perchè ti aiuta nella parte più rognosa della programmazione di un viaggio con auto a noleggio: scegliere il mezzo ideale alla tariffa più vantaggiosa con un paio di click! EasyTerra è infatti un sito indipendente di comparazione di macchine a noleggio e, attraverso il loro sito, potrai confrontare direttamente i prezzi delle più conosciute compagnie di autonoleggio senza barcamenarti tu fra decine di siti e contorcerti la mente facendo calcoli matematici, avendo così la migliore soluzione nel giro di una manciata di secondi.

Una volta scelta la macchina non ti resta che partire e farti trasportare dalle emozioni che questa regione trasmette, valigia leggera, qualche litro di acqua, musica giusta, scegli solo le mete finali e lascia stare il Tom-Tom. Segui i cartelli stradali e, soprattutto, la tua curiosità, io ho fatto così, sebbene non avessi veramente idea di dove andare e come arrivare. Ma è stata la scelta migliore e ora voglio darti qualche consiglio su quello che non devi perdere durante il tuo on the road in Toscana.


COLLODI

Sin da quando siamo piccoli c’è qualcosa che ci lega inconsapevolmente alla Toscana: Pinocchio. Romanzo scritto da Carlo Lorenzini o, meglio, Collodi, dal nome del paese in cui nacque la madre e dove lui era solito trascorrere le sue vacanze. E Collodi è una meta imperdibile nel tuo on the road toscano, ma solo se in te vive ancora quel bambino di vent’anni fa.

Collodi - Parco di Pinocchio
Collodi - Parco di Pinocchio

Grazioso borgo medievale nella Valdinievole, è una frazione di Pescia, e la favola inizia già entrando nel giardino di Villa Guerzoni nel quale ti perderai tra grotte artificiali, siepi squadrate, boschi di bambù, statue di dèi, animali e personaggi storici. Fino ad arrivare alla Butterfly House, un cubo di vetro dentro il cinquecentesco giardino, nel quale vivono centinaia di farfalle originarie di zone tropicali ed equatoriali nel quale è possibile entrare e, in silenzio, ammirarle in tutta la loro bellezza. Magia che continua una volta entrati nel Parco di Pinocchio, aperto nel 1956, in mezzo alla natura fra giostre antiche, un museo, un’osteria e tanta voglia di giocare.

PISA E LUCCA

Essendo i miei viaggi in Toscana tutti partiti da Livorno, prima di arrivare a Collodi, mi son fermata prima a Pisa per andare finalmente a vedere la sua torre pendente (con foto idiote ammesse) e la sua immensa Piazza dei Miracoli e poi a Lucca. Qui una passeggiata lungo la vecchia e ben conservata cinta muraria che circonda la città è d’obbligo, ovviamente lasciando la macchina fuori le mura, così come bere un caffè nella spettacolare e iconica Piazza dell’Anfiteatro che ho trovato bellissima.

MONTECATINI TERME

Durante il tuo lungo on the road in Toscana ti stancherai ma fortunatamente sei nella regione giusta per rilassarti con tanto di terme! Dopo Collodi io infatti scelsi come meta finale della notte, Montecatini Terme in un piccolo ed elegante hotel con annessa mini spa. Tralasciando la bellezza e la comodità di fare le scale dalla propria camera e ritrovarsi in una sauna finlandese, poi dentro una jacuzzi, poi sotto una doccia profumata d’arancio e tante altre belle cose che mi hanno fatto sentire ricca per un giorno, Montecatini ha un centro storico, Montecatini Alto, che è una perla incastonata nell’incantevole Valdinievole. Un articolo ovviamente gliel’ho già dedicato, ma potrei stare ore a raccontarti dell’atmosfera tranquilla che si respira lungo i suoi viali alberati, della bellezza dei panorami che si godono dalla funicolare di fine ‘800 che va su e giù da Montecatini moderna a Montecatini storica, del romanticismo che sprigiona la città.

Montecatini Terme
Montecatini Terme

Guidare per la Valdinievole (regione compresa fra Pistoia e Lucca) è proprio come visitare Montecatini. Un senso di pace ti accompagnerà fra borghi, castelli, colline ricoperte da boschi di castagno e da ulivi, immense vallate dalle acque salutari.

FIRENZE

La voglia di arrivare presto a Firenze ad ogni viaggio era tanta. Una città che, ad ogni visita, mi ha inebriato l’anima come se fosse stata la prima volta, girata in lungo e in largo e, nonostante averla vista diverse volte, mi ha lasciato con la voglia di tornare ancora. Una città che risveglia tutti e cinque i sensi, che ho amato tantissimo e alla quale ho già dedicato un post. Firenze non può assolutamente mancare nel tuo on the road toscano, arrivaci presto, parcheggia la macchina, scendi e perditi per qualche giorno. Mangia, parla con i fiorentini, ascolta, bevi, vai agli Uffizi, riempiti gli occhi di arte, di architettura, entra e curiosa nelle botteghe, respira a pieni polmoni i profumi di Ponte Vecchio, fotografa i riflessi delle case sull’Arno, divertiti, vivila.

IL CHIANTI

Non si è mai pronti a lasciare Firenze, ma l’on the road toscano non fa sconti a nessuno. Bisogna continuare, c’è ancora tanto da scoprire e poi se come me, da Firenze punti verso Arezzo e Siena e viceversa, il bello deve ancora arrivare. Forse uno dei percorsi più celebri, l’on the road degli on the road, il più gettonato e, per me, il più bello della Toscana: attraversare il Chianti.

I panorami del Chianti
I panorami del Chianti

I paesaggi del Chianti sono quelli che ricordo ancora perfettamente come se ci fossi andata ieri e, invece, sono passati diversi anni. Morbide colline che si perdono e sfumano all’orizzonte, chilometri di vigneti ordinati, un gioco continuo di verdi e gialli, borgate rosse dalle torri svettanti verso il cielo e una vita per percorrere quelle strade fermando la macchina ad ogni chilometro per scattare una, due, tre, cento foto ma non solo. Un viaggio nel Chianti equivale ad un viaggio armonioso dentro la cultura, la tradizione, l’enogastronomia toscana. Fermati, assapora, gusta. Il vino, i piatti tipici, il pane.

Nel Chianti la parola d’ordine è perdersi. Perdersi fra i serpenti di asfalto, dentro la natura incontaminata, tra piccoli borghi gioiello, nella suggestione di questo territorio che appare sospeso nel tempo e fuori dallo spazio come fosse un mondo a sè.

SAN GIMIGNANO

E, a proposito di mondi a se, San Gimignano, borgo medievale Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1990 che sorge su un colle della Val d’Elsa quasi a dominare proprio il vicinissimo Chianti, è uno straordinario esempio di organizzazione urbana medievale grazie al suo intatto aspetto trecentesco con tanto di tredici alte e scenografiche torri. Meta imperdibile del mio, e del tuo, on the road toscano di cui ti ho già parlato in questo post.

SIENA E AREZZO

Dopo essermi persa nel Chianti, aver fatto una capatina nella Manhattan dell’Età di Mezzo, non potevo non continuare il mio viaggio verso altre due bellissime città: Arezzo e Siena. Come per Firenze son città che hanno bisogno di tempo, un paio d’ore di una giornata qualsiasi non ti basteranno. Anche qui, ferma la macchina, prendi un b&b e lasciati affascinare. Dalle Terre di Siena tutt’intorno scoprirai nuovi panorami naturali così come nel centro storico verrai rapito dall’architettura e dall’arte che lo rendono un grande museo diffuso a cielo aperto, Siena è una città medievale tra le più belle d’Italia quindi non può mancare nella lista dei posti da visitare durante un viaggio in Toscana.

Scorci di Siena
Scorci di Siena

Così come non può mancare Arezzo, ad un’ora di macchina, con l’alternarsi dei suoi paesaggi collinari, pianeggianti e montuosi. Una città che mi è piaciuta moltissimo perchè oltre a conservare splendidi monumenti, è stata il set di alcune scene del pluripremiato film “La vita è bella” di Roberto Benigni ed è stato molto emozionante ripercorrere alcuni spezzoni e quasi sentire l’eco di quel “buongiorno principessa!” nella Piazza Grande.

SAN MINIATO

I giorni a mia disposizione stavano ormai finendo perciò sono dovuta tornare verso il nord della Toscana costeggiando la Via Francigena arrivando in un altro borgo storico: San Miniato.

San Miniato
San Miniato

Famoso per il tartufo bianco, per la produzione di olii pregiati e per la lavorazione del cuoio, è una di quelle borgate fiabesche che mi son rimaste nel cuore e del quale già scrissi qui. In una giornata riesci a girarlo in lungo e in largo, magari preferisci l’autunno perchè i colori che lo incorniciano ti lasceranno a bocca aperta!

LA VERSILIA

Nei miei lenti on the road di rientro, diverse volte, l’ultima tappa è stata proprio il mare. Come se fosse un richiamo e così ho avuto modo di assaporare gli sconfinati panorami della Versilia incastonata tra le alte cime Apuane innevate ed il Mar Ligure, da Forte dei Marmi a Viareggio fra sabbiosi lidi senza fine, locali all’ultimo grido e vetrine blasonate. Un nuovo mondo, un altro mondo rispetto a tutto quello visto prima, quasi un ritorno alla realtà, alla modernità, al presente, all’epoca che conosciamo.

L’on the road in Toscana ha questo potere: far viaggiare nel tempo e nello spazio con naturalezza ed io non vedo già l’ora di ripartire!

***
Post in collaborazione con Easy Terra Autonoleggio

www.easyterra.it

Tags: toscanaontheroad, Toscana, cosafareintoscana, sponsoredpost

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.